Una “little Italy” alle San Blas 17/2/2016

Nel nostro girovagare tra le tante isole ci siamo fermati a Cayo Lemon Est dove abbiamo visto alcune barche ancorate ben a ridosso delle isole e del reef.

IMG_1511.JPG

Avvicinandoci notiamo alcune barche con bandiera italiana. Ne salutiamo un paio e scopriamo che oltre a loro ci sono altre barche che, anche se con bandiera diversa, hanno a bordo equipaggi italiani. In tutto almeno una decina.

Scopro che il proprietario di un 13 mt, che ha a bordo 2 bimbetti di 3 e 5 anni e la moglie incinta(!), è una mia vecchia conoscenza (abbiamo fatto alcune regate insieme ed abbiamo molti amici in comune). Da 12 anni va in giro con la sua barca, ha già fatto il giro del mondo, è molto pratico di queste zone ed abbiamo approfittato delle sue esperienze traendo utili informazioni.

C’è un signore di Milano, ultra settantenne, che dopo aver fatto più volte il giro del mondo ed aver lavorato con la propria barca collaborando a delle ricerche per il Ministero dei Beni Archeologici, da 13 anni vive a Panama e da mesi è ancorato qui.

Altri si arrangiano facendo un po’ di charter, mediamente tutti si fermano parecchi giorni se non addirittura dei mesi in questa rada molto sicura che è collegata al continente con un servizio di lance (25 $ il trasporto).

Circa ogni due giorni passano delle lance a vendere frutta verdura, birre etc.

Tutti si conoscono e si danno una mano a vicenda.

È stata una piacevole sorpresa scoprire questa piccola comunità.

È da più di una settimana che anche noi ne facciamo parte stando qui fermi ad oziare…