Impianto elettrico e strumentazione

Alla vecchissima ma ancora funzionante strumentazione B&G analogica è stato aggiunto un display analogico e l’unità di testa d’albero, che era praticamente disintegrata, ha avuto bisogno di un intervento di ricostruzione, simile al miracolo, fatto da Dino con l’aiuto di Marco che ha collaborato alla esecuzione meccanica.

La radio VHF Sailor non era funzionante e ha inizialmente dovuto essere riparata ma poi, purtroppo successivamente sostituita con una radio moderna completa di DSC (digital selective calling) ora obbligatorio per le comunicazioni di soccorso.

Il vecchio radar Raytheon (forse funzionante ?) con relativo monitor, è stato messo a riposo e sostituito con un Raymarine pari al nuovo, completo di antenna radome e GPS e display multifunzione E120 che è uno spettacolo, preso ad un prezzo favoloso grazie ad Alfio.

A completamento è stato aggiunto un AIS che, come abbiamo sperimentato in alcune notturne da e per la Grecia, si è rivelato un validissimo aiuto per una navigazione sicura.

E’ stata pure installata una radio per la ricezione delle carte meteo.

Per gli impianti elettrici Si farebbe prima a dire cosa è stato salvato…: praticamente nulla!I collegamenti sono stati tutti rifatti con nuovi cavi numerati e siglati, raccolti in canaline o tubazioni corrugate con raccordi e scatole stagne, ogni utenza è corredata di protezione e fusibili.

Il gruppo batterie, di cui una parte acquistate nuove, è ora il seguente:

– una batteria 12 volts 100Ah a servizio esclusivamente del motore

– una batteria 12 volts 80Ah a servizio esclusivamente del generatore

– due batterie 12 volts da 140Ah collegate in parallelo per l’alimentazione dell’elica di prua a 24 volts.

– quattro batterie 12 volts da 200 Ah per i servizi.

L’impianto è stato completato con nuovo inverter con potenza 1.200 watt e caricabatterie da 50 Ah.