L’acquisto

Tutto è partito da un’idea di Dino che, dopo aver realizzato una serie di imprese quali costruire praticamente da zero il Birilla (Perversion 37), avere realizzato pesanti e radicali ristrutturazioni di altre due (il Grand Soleil 46 Nonno Augusto e lo Stag 38 Camelot), la resuscitazione di un gozzo di 6 mt (il Maragè), l’attraversamento Nord-Sud dell’Africa con un Land Rover praticamente autocostruito, oltre a varie scorribande in aliante in Cile, Argentina, Sud Africa…si è fatto prendere dal trip della traversata dell’Atlantico.

Per la verità la sua idea iniziale era di adattare alla bisogna il Camelot, Stag 38 già di per sè molto bene equipaggiato ma che avrebbe avuto bisogno di altre modifiche e “invenzioni”. Dopo aver provveduto a installare uno strallo di trinchetta, un generatore eolico e un dissalatore, si è reso conto che quella barca avrebbe comunque presentato delle limitazioni per navigazioni lunghe e impegnative ed ha cominciato a guardarsi intorno…

Ecco che qui subentro io, che già coinvolto consultivamente da Dino in occasione di alcune modifiche al Camelot, ero stato in qualche modo sfiorato dall’idea di farmi coinvolgere da un nuovo acquisto ma la avevo sempre accantonata, finchè un bel giorno, dopo l’ennesima richiesta di un parere circa il possibile acquisto di improbabili vecchie barche da sventrare e rimettere in sesto, ho considerato più concretamente la possibilità dell’acquisto in società…

Detta la fatidica frase: ci devo pensare un attimo, il pensamento è durato forse due minuti e la mia adesione è stata totale e irrevocabile, anche dopo la inevitabile comunicazione alla consorte!

Poi, fedeli al detto popolare e pecoreccio che “è meglio una buona torta in due che… etc. etc.” , la ricerca ha subito dato buoni frutti: un’inserzione parlava di un HR 45 un po’ vecchiotto, sicuramente con qualche lavoretto da fare e ad un prezzo non esagerato… barca visibile a Cagliari.

sam_0009

Detto fatto! Prima visita alla barca da parte di Dino (che alla fine di settembre si trovava in Sardegna) e poi, valutata positivamente l’offerta, tutti due a metà ottobre ci facciamo una trasfertina a Cagliari in giornata per meglio visionare e valutare l’acquisto. Ormai, come sempre succede in questi casi, siamo caldi caldi e sappiamo già che Ultimate non potrà che essere nostra!