Filetto di tonno al sale

 

Se vi dovesse capitare che un desiderato ospite extra-large dovesse salirvi in barca e, come capita spesso a noi vi trovaste con un equipaggio small, oltre alle solite preparazioni del tonno in carpaccio o alla piastra etc. etc. per evitare di sprecarlo le soluzioni al “problema” potrebbero essere due:

tonno-crudo-teglia

Tonno sottolio che vi illustrerò in un altro post e il Tonno sotto sale  facilissimo da preparare e sicuramente eccezionale.

Sfilettare il pesce in quattro filetti due di pancia e due di schiena. A quuesto proposito tenete presente che, una volta eviscerato ed eliminate testa e coda e dopo averlo puliito senza andare troppo per il sottile, da un tonno da 10 Kg si ricavano due filetti di pancia da un po’ meno di 1 Kg caduno e due filetti di schiena da un po’ di più di 1 Kg.

Usare per la preparazione un filetto di schiena che dovrete pulire accuratamente avendo cura di eliminare le parti più scure. Il filetto pulito viene cosparso abbondantemente di sale grosso e massaggiato affinchè il sale vi si attacchi e vi si incorpori.Dovrete poi legarlo sopra ad un legnetto che servirà a tenerlo sospeso e lo dovrete appendere al manico di un secchio per fare in modo che sgoccioli dentro al secchio.

Per uno/due giorni, a seconda che vi piaccia più o meno asciutto, il filetto dovrà restare esposto al sole. Di notte lo coprirete con un canovaccio per proteggerlo dall’umidità e, in caso di pioggia, dovrete ritirarlo sotto coperta.

Servire affettato finemente e condito con olio e pepe. Conservato in frigo dura una settimana.